186_Forza alla giustizia sottoposta.jpg19-Bambini-aquilone.jpg21-Arcobaleno3.jpg5b-giustizia-aequam.jpga_regione2.jpgdea_giustizia1.jpggiustizia-dea-638x425.jpggiustizia-toghe.jpggiustizia.jpggiustizia99.jpgla_legge_uguale2.jpgmatite.jpgpal-giustizia-36.jpgprocura_repubblica.jpgregione3.jpgsostegno-39-1440x450.jpgy_regione.jpg

PETIZIONE "CURE DOMICILIARI"

 

AGGIORNAMENTI:

 

- In data 8 giugno 2016 la Petizione è stata annunciata all'Assemblea del Senato ed è stata assegnata alla 12ma Commissione permanente Igiene e sanità con il n. 1547

 

- In data 29 marzo 2016 la Petizione è stata annunciata in aula alla Camera e assegnata alla Commissione affari sociali  con n. 1085.

 

- In data 24 marzo 2016 ritenuta ricevibile e ammissibile dal Consiglio regionale del Piemonte

 

-  Raccolte 20.014 firme nonchè 49 adesioni di personalità e organizzazioni pubbliche e private

Per ulteriori informazioni www.fondazionepromozionesociale.it

___________________

 

 


Petizione per il diritto prioritario alle cure domiciliari

PETIZIONE POPOLARE NAZIONALE PER IL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO PRIORITARIO ALLE PRESTAZIONI SOCIO-SANITARIE DOMICILIARI DELLE PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI

In base alle norme sui Lea, Livelli essenziali di assistenza socio-sanitaria, i soggetti con handicap intellettivo grave, gli anziani malati cronici non autosufficienti, le persone con demenza senile ed i pazienti con rilevanti disturbi psichiatrici e limitata autonomia hanno il diritto pienamente e immediatamente esigibile alle prestazioni socio-sanitarie residenziali senza limiti di durata. I soggetti con handicap intellettivo grave hanno anche il diritto pienamente e immediatamente esigibile alla frequenza dei centri diurni

 

Priorità delle prestazioni domiciliari

Con riferimento alle norme sui Lea, la presente Petizione popolare nazionale ha lo scopo di ottenere dal Parlamento una legge che riconosca alle persone sopra indicate anche il prioritario diritto pienamente e immediatamente esigibile alle prestazioni socio-sanitarie domiciliari, nonché i relativi finanziamenti.

Tenuto conto che le leggi vigenti obbligano le Asl ed i Comuni (e non i parenti) a fornire e prestazioni socio-sanitarie, vi è la necessità che la Camera dei Deputati e il Senato riconoscano l’importanza del volontariato intra-familiare.

Occorre altresì che le Asl ed i Comuni forniscano gli occorrenti concreti sostegni socio-sanitari alle persone non autosufficienti curate e assistite a domicilio, e garantiscano ai loro congiunti (o alle terze persone) che assumono volontariamente detto gravoso impegno (da noi definite “accuditori”) il rimborso forfetario delle spese vive sostenute.

 

Segreteria:

 c/o Fondazione promozione sociale
 Via Artisti 36 - 10124 Torino
 Tel.  011-8124469
 Fax  011-8122595
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  

 APPUNTI PER LA RACCOLTA DELLE FIRME E DELLE ADESIONI

 Utilizzo esclusivo dei moduli originali

 Per le firme devono essere utilizzati esclusivamente moduli interi formato A3 (4 pagine) e non fogli separati.

 Attività informativa

 È estremamente importante che la raccolta delle firme venga soprattutto effettuata in modo da fornire le necessarie informazioni sulle esigenze e sui vigenti diritti delle persone non autosufficienti.

 Raccolta firme

 La Petizione può essere sottoscritta da qualsiasi cittadino elettore. È necessario scrivere in stampatello i dati relativi al cognome, al nome e all’indirizzo. Le firme devono essere leggibili. Non occorre alcuna autenticazione delle firme.

 Adesioni

 È assai importante ottenere l’adesione di personalità e di enti pubblici (Comuni, Consorzi di Comuni, Comunità montane, Province, ecc.) e privati, nonché di associazioni di volontariato, di tutela dei soggetti deboli o di altri aderenti, di studio e ricerca, di formazione e di qualsiasi altra organizzazione sociale.

 Termine della Petizione

 Data la necessità di fornire informazioni alle persone in gravi difficoltà e di mantenere viva l’attenzione verso l’adeguatezza dei finanziamenti statali occorrenti per la corretta attuazione dei Lea, la scadenza è prorogata sino al 31 dicembre 2015.

 Informazioni

 La segreteria è affidata alla Fondazione promozione sociale onlus, Via Artisti 36 - 10124 Torino, tel. 011-8124469, fax 011-8122595, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. che provvede all’invio gratuito dei fascicoli per la raccolta delle firme. Le adesioni ed i fascicoli (compresi quelli senza tutte le firme) devono essere trasmessi alla segreteria della Fondazione promozione sociale onlus che provvederà a consegnarli al Parlamento e ai Ministri della sanità e delle politiche sociali mano a mano che perverranno.

Allegati:
Scarica questo file (Petizione_DOM_2013.pdf)Petizione_DOM_2013.pdf[Petizione]57 kB
Joomla templates by a4joomla